Rispetto

“Rispetto” è una delle parole difficili che le persone usano per descrivere il loro atteggiamento come consulenti. Ma cosa significa quando qualcuno afferma: “Trattiamo i nostri partner con rispetto”? In che modo i clienti e i partner commerciali riconoscono di essere trattati “con rispetto.

“Rispetto” non viene utilizzato solo per descrivere le relazioni con i clienti, ma anche, in negativo, soprattutto per descrivere i concorrenti con cui non siamo d’accordo. Questi concorrenti, d’altra parte, negheranno tali affermazioni e restituiranno il “complimento”. Tutto sommato, queste interazioni non sono molto utili.

Quindi, analizzando la parola difficile “rispetto” – cosa si fa quando si rispetta qualcuno? Ecco alcuni “indizi” del rispetto:

  • “Fai fare bella figura al tuo partner”, è un vecchio detto del teatro d’improvvisazione e un ottimo consiglio per chiunque voglia collaborare. Dimostrate rispetto quando dite cose buone sui vostri partner, parlate di ciò che apprezzate e create “rumors” positivi.
  • Quando qualcuno ti loda, ricordati di menzionare il contributo di tutti. Ben Furman e Tapani Ahola ne parlano nel loro libro “Twin Star”. Quando qualcuno ti fa un complimento, per esempio: “Hai fatto un ottimo lavoro nel processo di coaching della squadra”, puoi rispondere condividendo le lodi: “Sì, anche a me è piaciuto molto, ma non avrei potuto farlo senza l’apertura e il comportamento costruttivo di tutti nella squadra”.
  • Quando c’è una divergenza di opinioni o c’è la necessità di criticare, un partner rispettoso non alzerà le mani al cielo in stile regista disperato urlando: “Non posso lavorare con questi idioti”. Al contrario, le differenze saranno esplorate per il valore aggiunto che portano. Le critiche assumeranno la forma di una domanda o di una richiesta di fare qualcosa di diverso. Questa forma di “rispetto” dice ai nostri partner: “In genere pensiamo che tu sia competente e che abbia buone intenzioni”. E anche se non si pensa che qualcuno sia competente e abbia buone intenzioni: presupporre competenza e buone intenzioni è il modo più utile e rispettoso di collaborare.
  • Quando si cerca di raggiungere un obiettivo, un partner rispettoso esplorerà con attenzione ciò che la sua controparte vuole raggiungere. Non supporrà di “sapere cosa è bene per loro”. Le domande orientate al futuro sono molto utili in questo caso: “Supponiamo di raggiungere il nostro obiettivo, cosa sarà diverso?” o “come lo noterai?” In questo modo si genererà una comprensione più profonda delle ambizioni di tutti
  • Un altro modo in cui riconosciamo il rispetto è anche una cautela generale per quanto riguarda le interpretazioni. La comunicazione rispettosa rimane aperta a diverse prospettive ed alla possibilità che non abbiamo capito quello che l’altro voleva dire. La comunicazione è un processo emergente di generazione di significati, quindi non c’è modo di sapere “ciò che qualcuno voleva veramente dire”.

Naturalmente, ci sono molti altri modi in cui le persone mostrano rispetto e si differenzia da cultura a cultura – questi sono solo i nostri “indizi”, il modo in cui notiamo che qualcuno è rispettoso. Cosa abbiamo dimenticato?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Subsribe weekly news

Get our latest blogposts.

By subscribing I accept the data policy.